Il latte ci fa bene. Post di Gaetano Lanza.

lo sappiamo da quando facciamo la prima poppata appena usciti dal grembo materno. Per tutto il resto della vita, Freud sostiene, inconsciamente ripetiamo innumerevoli volte quel gesto, anche ad esempio fumando un sigaro o facendo l’amore. La nostra vita, come quella di tutti i mammiferi sulla terra, é costellata di infinite ed insaziabili poppate, anche metaforiche. Il latte é sinonimo di purezza, candore, nutrizione, vita.  Alla nostra stessa galassia abbiamo voluto dedicare l’aggettivo. Lo cerca anche chi non lo tollera. Il latte ci accompagna dal primo all’ultimo giorno. Probabilmente ce lo ritroveremo anche dopo, quando saremo in un’altra vita o in un altro universo.

Perché senza il latte non saremmo qui a raccontarci storie. Senza il latte semplicemente non saremmo ció che siamo. Se l’evoluzione ha deciso e finito per regalare alla specie umana, come mammifera, la massima intelligenza possibile sul nostro pianeta, ha messo in conto e dovuto fare i conti con il latte. Grazie, latte.

Non abbiamo bisogno della scienza per decantare il latte. Eppure la scienza dietologica ci mette in guardia dal latte, raccomandandoci di minimizzare il consumo di latticini non scremati in quanto fonte di grassi saturi che potrebbero influenzare negativamente l’assetto lipidico e aumentare dunque il rischio di morbilità e mortalità cardiovascolare. Quindi latte sí, ma non eccessivo e sopratutto sí al latte scremato piú che intero.

Mancavano peró finora evidenze, anche nelle linee guida, a supporto di raccomandazioni sul consumo di latte.  Finalmente abbiamo uno studio largo di recente pubblicato su Lancet che puó dirci qualcosa.

E’ lo studio PURE (Prospective Urban Rural Epidemiology),

Lancet,

che ha analizzato in una larga fascia di popolazione le associazioni tra consumo totale di latte e di prodotti derivati e mortalità e patologie cardiovascolari maggiori (mortalitá, ictus, infarto miocardico).

Il PURE è un grande studio di coorte internazionale che ha coinvolto soggetti da 35 a 70 anni di età, arruolati presso 21 nazioni in 5 continenti. E’ stato condotto volutamente in Paesi a medio e basso consumo di latte e derivati per meglio verificare l’effetto e il rapporto del latte con gli eventi cardiovascolari maggiori. Sono stati esclusi quindi Paesi ad alto consumo di latte, come l’Europa (Polonia e Svezia pero’ dentro) e Stati Uniti. Questa vasta indagine ha registrato il consumo di latticini (latte, yogurt, formaggi) relativo ad oltre 136 mila individui, attraverso l’impiego di questionari alimentari. Questi prodotti sono stati quindi suddivisi in:  ad ‘alto’ o ‘basso’ contenuto di grassi.

Risultati principali. Tra il 2003 e il 2018 sono stati registrati 10.567 eventi compositi (dei quali 6.796 decessi e 5.855 eventi cardiovascolari maggiori). In maniera inaspettata, un maggior consumo di latticini in generale (più di due porzioni al giorno, rispetto al mancato consumo) è risultato associato con un ridotto rischio di eventi (- 16%), con una riduzione della mortalità del 17% (-14% mortalità non cardiovascolare, -23% quella cardiovascolare), con una riduzione del 22% degli eventi cardiovascolari maggiori e in particolare con una riduzione del 34% del rischio di ictus (dovuta anche ad una minore prevalenza di ipertensione), mentre la riduzione del rischio di infarto è risultata non statisticamente significativa (anche perché non si é notata alcuna riduzione significativa del colesterolo LDL correlata all’assunzione del latte o derivati). La riduzione del rischio relativa al maggior consumo di formaggi non è risultata statisticamente significativa. Il consumo di burro é risultato nel complesso basso e comunque non associato ad aumentato rischio di morte o malattie cardiovascolari.

La giusta conclusione degli autori é che anche se lo studio ha dei limiti la conclusione appare piú che certa. Nelle popolazioni in cui il consumo di latte e derivati é basso il rischio di eventi cardiovascolari e morte, sopratutto di ictus, é marcatamente piú alto. Deve quindi essere incoraggiato il consumo di latte in queste popolazioni.

Padre nostro, dacci oggi il nostro latte quotidiano.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...