Chi siamo

La SICVESocietà Italiana di Chirurgia Vascolare è stata fondata a Roma nel 1997. Scopo della Società è quello di favorire e promuovere gli studi e le ricerche nel campo della Chirurgia Vascolare ed Endovascolare.
L’obiettivo è perseguito agevolando lo sviluppo e la conoscenza della specialità; coordinando i mezzi atti a potenziarne l’applicazione e favorendo moderni metodi di studio e cura delle materie vascolari, arteriose, venose e linfatiche; promuovendo lo scambio d’idee tra cultori di questa disciplina chirurgica, gestendo il lavoro e tutelandone il prestigio e gli interessi professionali. I soci aderenti alla Società sono oggi oltre 1000 chirurghi vascolari.

SICVE – the Italian Society of Vascular EndoVascular Surgery – has been founded in Rome on 1997. Its aim is to facilitate and improve studies and researches in Vascular and Endovascular Surgery.
To perform this goal, the Society promoves the awareness and improvement of this Speciality, for a better knowledge of vascular disease, encouraging new methods of study and therapy for arterial, venous and lymphatic diseases.
At the same time, the Society promotes the exchange of informations between Vascular Specialists, granting their prestige and professional interests.
At the time, the Society counts on more 1,000 Members.

Annunci

Un pensiero su “Chi siamo

  1. Maria Fabrizia Giannoni

    La nostra Società
    “C’è del nuovo e c’è del buono, ..peccato che tutto ciò che è nuovo non è buono e tutto quello che è buono è vecchio” .. con questa frase , che mi risuona spesso nella mente, il Prof. Pistolese congedava molti anni fà una improbabile tesi di specializzazione che un giovane allievo gli aveva sottoposto… una frase apparentemente divertente, ma in realtà carica di un grande significato. Perché in questa frase c’è l’essenza stessa della ricerca, della attività scientifica , della nostra attività, della nostra Società.
    Questa considerazione mi è tornata alla mente, nitidamente, quando ho aperto il programma del Congresso di quest’anno e sono rimasta a bocca aperta…difficile capire quali siano stati i criteri che hanno mosso il Consiglio Direttivo nella assegnazione dei temi e dei corsi ai Relatori…: esperienza nel settore? IF? HI? Esperienza di ricerca specifica? Esperienza pratica? Sono stati assegnati a figure di esperienza con dei profili ben delineati, che possano apportare con la propria esperienza un contributo nella progressione? Una società scientifica deve a mio avviso essere lo specchio della ricerca della verità scientifica.
    Verità scientifica che è basata sulla dialettica, ed è incompatibile con ogni ipotesi di staticità. La scienza è un ininterrotto susseguirsi di ricerche e innovazioni, che possono essere continuamente messe in discussione o riconfermate, in un lavoro costante e collettivo, guidato però da persone che abbiano esperienza. Il cammino della scienza è una conquista graduale, un percorso dinamico tracciato e riconfermato e ridiscusso da un lavoro instancabile di gruppi che conoscono e usano il lavoro dei loro predecessori. Questo non lo dico io, e non lo diceva nemmeno il Prof. Pistolese, siamo solo due piccolissimi utilizzatori di uno stesso principio risalente ormai a molti secoli fà, quando si è passati dal concetto di mondo Aristotelico a quello Galileiano, quando si è passati dalla filosofia dei dogmi alle verità conquistate, secondo un ordine matematico.
    Spero che queste mie riflessioni siano condivise dalla Società, e che siano considerazioni utili per programmare i Relatori negli anni futuri.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...